Archivio

Post Taggati ‘bavaglio’

Salviamo i blog!

12 Novembre 2008 11 commenti

Si arriverà davvero al punto di doversi registrare al Registro degli Operatori di Comunicazione anche solo per divulgare una poesia in un blog o per esprimere il proprio stato d’animo o per scrivere barzellette? In Rete si parla di "DDL antiblog" e di "attacco alla libertà della Rete". Voi cosa ne pensate? Per farvi un’idea di ciò che in queste ore movimenta il turbolento mondo dei blog leggete questi ottimi articoli:

Zambardino su Repubblica.it

Punto Informatico

No al DDL che trasforma la libera espressione della rete in testate giornalistiche. I siti e i blog sono libera espressione democratica non paragonabile alle testate giornalistiche. E’ ingiusto applicare ai blog quella forma di censura particolarmente odiosa che consiste nel registrarsi presso l’istituendo Registro deli Operatori della Comunicazione (ROC).
Ancora una volta si cerca di limitare le libertà degli Italiani procedendo sulla strada della censura. I reati di diffamazione sono tranquillamente perseguibili senza porre ostacoli alla libertà d’espressione.
Chiediamo al Consiglio dei Ministri di ritirare il DDL che imporrebbe l’iscrizione al ROC anche dei semplici blog.

Si chiede di firmare la petizione nella speranza di bloccare sul nascere una legge che limiterebbe la libertà di chi pubblica contenuti sul internet, quella libertà che da sempre è stato sinonimo di Web.

http://petizioni.tiscali.it/leggeammazzablog

Categorie:Senza categoria Tag: , , , , , , , ,

Comunicare legalmente

9 Giugno 2008 4 commenti

 

Nonostante i tanti presunti attacchi alla libertà assoluta dei blog, finora nessuna legge ha messo alcun bavaglio generalizzato, ma c’è stato intervento solo in un numero limitatissimo di casi specifici.

Va detto che il bravo blogger, oltre a saper postare, commentare e tracciare, dev’essere anche cosciente che sta agendo pubblicamente. Oggi magari non è probabile essere denunciati per un uso scorretto dei nuovi media, ma da un momento all’altro lo diventerà.

Insomma, l’ingiuria e la diffamazione valgono anche a mezzo blog. L’ingiuria, cioè l’attacco diretto ad una persona, è poco frequente nei post ma abbastanza diffuso nei commenti. La diffamazione, ovvero l’offesa della reputazione di qualcuno comunicando con due o più persone, può essere diffusa in svariati modi.

E attenzione a riportare le parole degli altri, o anche solo linkare blog e miniblog: se la inframezzate con vostri commenti che chiaramente esplicitano il vostro consenso con la citazione, sempre diffamazione sarà.

Categorie:Senza categoria Tag: , , , ,